Interno verde

Il Mercato Coperto di Ferrara rinasce con Interno Verde

Il festival dei giardini riqualifica l’ambiente caduto in disuso, puntando sulla condivisione

Vasche di ninfee, ceramiche e fiori di protea, tra cestini di fragole e cassette di insalata: il festival Interno Verde riqualifica il Mercato Coperto di Ferrara, che per la prima volta dopo tanti anni riapre completamente al pubblico, tornando a costituirsi come un unico spazio di incontro e di scambio, una grande piazza dove le originali bancarelle di frutta e verdura si mescoleranno ai libri illustrati e alle incisioni artistiche, tra i tavolini dove sorseggiare un centrifugato oppure gustare un prelibato piatto di cappellacci.

Il festival dedicato ai giardini segreti del centro storico ferrarese – che quest’anno si terrà sabato 12 e domenica 13 maggio – ha scelto per la terza edizione di spostare il proprio centro nevralgico in via Boccacanale di Santo Stefano, all’interno dell’affascinante struttura del vecchio mercato agroalimentare, inaugurata nel 1960 su progetto dell’architetto toscano Giovanni Michelucci. Qui verrà allestito l’infopoint della manifestazione, aperto già dal pomeriggio di venerdì 11 maggio, dove ci si potrà iscrivere o ritirare il materiale informativo; sempre qui ci si potrà fermare per la pausa pranzo o per trascorrere una serata diversa dal solito – tra live set di musica elettronica e partite di tombola, giochi e serate danzanti, un programma di iniziative studiato per favorire la spontaneità della condivisione, in un’atmosfera leggera e vitale, adatta ad essere apprezzata da un pubblico trasversale e intergenerazionale.

«Il Mercato Comunale rappresenta molto più di un ambiente all’interno del quale allestire l’infopoint – raccontano gli organizzatori -. Rappresenta una sfida, un desiderio difficile da realizzare ma per questo tanto più urgente da soddisfare, la volontà di restituire alla città, dopo lunghi anni di incuria e oblio, uno dei suoi luoghi più caratteristici, appellandosi alla sua vocazione originaria. Interno Verde non censurerà il recente passato, nemmeno intende trasformare o snaturare l’identità dell’edificio, scenderà anzi in profondità nella sua storia e nel suo carattere, affinché nuovamente la volta di vetro che lo protegge possa riempirsi di voci, profumi e risate, affinché il mercato possa essere propriamente sé stesso, un luogo vitale dove parlarsi, conoscersi, trascorrere del tempo assieme». L’infopoint non sarà dunque allestito all’interno del mercato, diventerà esso stesso mercato, integrando in un ambiente coerente – progettato con materiali poveri, eppure di grande capacità evocativa – i commercianti tuttora attivi al suo interno a una selezione di prodotti e progetti in linea con lo spirito della manifestazione.

La festa per inaugurare lo spazio rigenerato si terrà la sera di venerdì 11 maggio, con il live set di Esa – musicista sudafricano, di base a Londra – e di N-Zino del collettivo salernitano 180 Grammi, chiamati a Ferrara grazie alla collaborazione dell’associazione Reverb. Sabato 12 maggio dalle 9 di mattina si terrà il live set del collettivo 180 Grammi, specializzato in dj set di musica elettronica dei mercati rionali: si comincerà con Esa e si proseguirà con Sofa Talk, Mushroom Project e Peedoo. Dalle 21 si terrà invece la Tombola di Interno Verde, alla quale potranno partecipare tutti i visitatori del festival, a cui verrà regalata una cartella al momento dell’iscrizione. A seguire una selezione musicale d’eccezione, dedicata all’italodisco anni Settanta, curata da dj Baffo.

Per info e iscrizioni: www.internoverde.itinfo@internoverde.it

5° FESTIVAL DELL'ECONOMIA SOLIDALE E SOSTENIBILE 2016

Domenica 29 Maggio 2016, dalle ore 15 – presso “Fondazione Zanandrea”, via U. Bassi angolo via Matteotti

La Cooperativa Sociale L’Arcoiris commercio equo e solidale, con le associazioni Campi d’Arte, la Città Verde e LIbera e con il patrocinio del Comune di Cento, organizza la mostra mercato dei prodotti, con degustazioni, laboratori ed eventi. Ad ingresso libero. Leggi tutto

TERRA EQUA – FESTIVAL DELL’ECONOMIA SOLIDALE E SOSTENIBILE
DEGUSTAZIONI, LABORATORI, MOSTRA-MERCATO, MUSICA DAL VIVO

Domenica 29 maggio 2016 dalle 15.30 alle 21.30 – presso la Fondazione Zanandrea a Cento
“L’Arcoiris, cooperativa sociale del commercio equo e solidale, col patrocinio del Comune di Cento, invita tutti alla quinta edizione del festival Terra Equa.

Si terrà domenica 29 maggio 2016, dalle 15.30 alle 21.30 nella verde cornice della Fondazione Zanandrea, in via Matteotti – angolo via Ugo Bassi, a Cento. L’ingresso è libero.

Si rinnova l’appuntamento in collaborazione con le realtà del territorio che concorrono ad un’economia più giusta, all’inclusione sociale, alla sostenibilità ambientale. Il programma della giornata è ricco di proposte.

Alle 15.30 apre la mostra mercato con prodotti del commercio equo e solidale (L’Arcoiris), libri per adulti e bambini dell’editore Terre di Mezzo, prodotti delle cooperative di inserimento lavorativo (La Città Verde), prodotti delle terre confiscate alle mafie (Libera).

Nel pomeriggio (fino alle 19) saranno a disposizione di grandi e piccini i giochi tradizionali e le trottole della ludoteca “Il Tarlo” (associazione culturale artigiana brianzola), per riscoprire il divertimento senza un briciolo di elettricità.

Alle 16.30 si terrà lo spettacolo di burattini ideato e realizzato dalle Sorelle Paraponziponzipò “Una Fame Da Lupo!” – ovvero come, attraverso audaci travestimenti, una piccola bambina sfugge ad un lupaccio cattivo e lo fa diventare vegetariano!

Per gli adulti alle 16.30 inizierà il laboratorio del pane, curato da Andrea Bini de La Spiga d’Oro. Per partecipare è necessario portare una terrina di acciaio ed uno strofinaccio di cotone. È gradita la prenotazione.

Alle 19 sarà disponibile l’aperi-cena equo, con degustazioni emiliane ed etniche e birra artigianale.

La sera sarà animata dalla musica dal vivo della Pochepretese Folk Band (Nicola Alberghini alla batteria, Maria Grazia Ponziani all’organetto diatonico, Enrico Talassi alle chitarre acustiche e Valerio Roda al basso elettrico): sound fuori dalle righe, per uno spettacolo che ripercorre la tradizione dal nostro Appennino fino alla Manica, con manfrine e gighe, jig e mazurche. Saranno presenti anche maestri di danza.

La festa si concluderà alle 21.30. In caso di maltempo, alcuni degli eventi si svolgeranno all’interno della sala polivalente della Fondazione Zanandrea.

Terra Equa 2016 si inserisce nel calendario di eventi regionali promossi dal coordinamento di organizzazioni del commercio equo riconosciute dalla Regione Emilia-Romagna, con fondi messi a disposizione dalla L.R. 26/2009.
PER INFORMAZIONI: Bottega L’Arcoiris di Cento, via Cremonino 42/A. tel 051-903439, http://www.arcoiriscoop.it

[comunicato stampa a cura di Silvia Bonaiuti Responsabile educazione e cultura – Coop. Soc. L’Arcoiris]

 

volantino fronte

L’Arcoiris Cooperativa Sociale

L’Arcoiris è la cooperativa di volontari e lavoratori che si occupa di commercio equo e solidale a Cento. Gestisce la Bottega del Mondo in Via Cremonino 42/a, vendendo prodotti dei paesi del Sud del Mondo che garantiscono un prezzo equo e condizioni di vita dignitose ai produttori.
L’Arcoiris propone inoltre a tutte le scuole del territorio incontri e laboratori sui temi del consumo critico, sviluppo sostenibile, divario Nord/Sud del Mondo. È attiva nel campo culturale promuovendo incontri, cene, spettacoli, mostre che offrono alla cittadinanza spunti di riflessione e proposte di stili di vita sostenibili.

Contatti stampa: Silvia Bonaiuti, cell. 347-6510583, e-mail silvia.bonaiuti@gmail.com, Tel. bottega 051-903439; e-mail info@arcoiriscoop.it

locandina festival retro

Internazionale a Ferrara

 

Gli incontri del festival sono a ingresso libero, senza prenotazione.
L’ingresso ai documentari della rassegna Mondovisioni costa 3 euro (cassa al Cinema Boldini)

Per accedere agli incontri al Teatro Comunale e al Cinema Apollo è necessario un tagliando da ritirare presso lo stand in Piazza Trento e Trieste.

Si accederà con tagliando anche ai seguenti incontri:
venerdì 3 ottobre, ore 22.30, Mercato coperto
domenica 5 ottobre, ore 12.30 e ore 15.00, Sala Estense

Lo stand sarà aperto venerdì 3 e sabato 4 ottobre dalle 9 alle 18 e domenica 5 ottobre dalle 9 alle 15. Ogni giorno si potranno ritirare i tagliandi solo per gli appuntamenti della giornata. Ogni persona potrà ritirare due tagliandi a incontro. Non sarà possibile ritirare tagliandi per appuntamenti con orari sovrapposti. Gli addetti alla distribuzione potranno consigliare incontri alternativi a cui partecipare.

I tagliandi garantiranno l’accesso all’incontro, ma non daranno alcun ordine di priorità. Sarà necessario presentarsi nel luogo dell’incontro tassativamente venti minuti prima dell’inizio, altrimenti il tagliando perderà il suo valore e i posti saranno ceduti.

Davanti ai luoghi in cui è previsto l’ingresso con tagliando sarà organizzata una fila last minute per le persone senza tagliando che vogliono aspettare nel caso si liberino dei posti all’ultimo minuto.

Donne incinte e persone con disabilità avranno un accesso prioritario (insieme a un accompagnatore) e non dovranno ritirare un tagliando.
Alla fine di ogni incontro il pubblico dovrà lasciare la sala per ragioni di sicurezza.

In caso di pioggia gli incontri previsti all’aperto saranno spostati al chiuso in luoghi che verranno comunicati all’infopoint e sul sito del festival.

Gli spettatori presenti agli eventi, facendo parte del pubblico, acconsentono e autorizzano qualsiasi uso presente e futuro delle eventuali riprese audio e video e delle fotografie che potrebbero essere effettuate.

 

 

 

Mantova in streaming

In occasione del festival di letteratura, dal 7 all’11 settembre, Mantova sarà piena di hot spot wi-fi per quanti non riusciranno a entrare alle conferenze o vorranno seguire in diretta streaming sul sito http://festivaletteratura2011.telecomitalia.com/ le “tracce” dalla tenda Sordello.

Per i lettori incalliti è già possibile scaricare dal sito http://www.biblet.it/ gli e-book, non tutti a buon mercato e, spesso, con protezione DRM.

Chi vuole saperne di più sugli e-book può leggere la guida pratica dedicata su terzapagina.info.

Imaginaria film festival

Si terrà a Conversano nel complesso di San Benedetto la nona edizione di Imaginaria Film Festival in programma dal 24 al 28 agosto.
Parte centrale del festival è il concorso internazionale dedicato ai cortometraggi e ai documentari indipendenti. Imaginaria vuole sempre di più definirsi, nel panorama a volte nebuloso dei festival di cinema, come luogo di apertura al cinema “altro”, che va “oltre”, ma non per questo presuntuosamente di nicchia. Un cinema, inoltre, in grado di generare una propria visione del mondo e un proprio criterio di leggibilità del reale, per tornare al nostro tema di partenza. Per quanto concerne la sezione competitiva dei cortometraggi, si selezioneranno 40 cortometraggi di fiction e animazione, scelti tra l’intera produzione mondiale, alla quale Imaginaria è in condizione di accedere ormai da anni. Ad arricchire il programma ci sarà l’ormai consolidato appuntamento con il MutoSonoro (sonorizzazione dal vivo di classici del cinema muto) con la presentazione restaurata del capolavoro del ci nema surrealista L’âge d’or di Luis Buñuel che chiuderà la serata del 28 agosto. Molte le sezioni collaterali al festival fra cui la collaborazione con l’Associazione Nomadica di Bologna che organizzerà un seminario sulla produzione e distribuzione del cinema dal basso e presenterà due documentari d’autore in assoluta anteprima regionale e nazionale. Previsto anche un suggestivo omaggio speciale all’animazione italiana contemporanea (fra gli autori Blu, Gianluigi Toccafondo, Saul Saguatti, Ericailcane, Virgilio Villoresi), evento in anteprima regionale curato da Andrea Martignoni e Paola Bistrot..
I possessori di badge FoF potranno usufruire di accredito gratuito.

Chicago stompers ad Ascona

Celeste Castelnuovo, vocals
Corrado Tosetti, trumpet
Rouben Vitali, tenor sax
Giovanni Libonati, alto sax
Mauro Porro, piano/ sax/ trumpet/ clarinet/ arrangements
Paolo Colombo, clarinet/ alto sax
Giorgio Gallina, trombone
Paolo Vanzulli, tuba/ drums
Ida Di Vita, violin
Dario Lavizzari, banjo/ guitar/ piano
Alessandro Rossi, drums/ percussion

Style: Dixieland
From: Italy
//

Con un’età media di 20 anni, i Chicago Stompers sono la formazione di “hot jazz” più “giovane” d’Italia. La band è specializzata nel repertorio delle orchestre statunitensi operanti tra il 1924 e il 1931. L’intento è ricostruire in tutti i dettagli l’atmosfera dell’epoca. Il repertorio, che spazia dai titoli più celebri a quelli meno noti della tradizione, è eseguito per mezzo di trascrizioni ed arrangiamenti che fedelmente riproducono le orchestrazioni originali. Per meglio riuscire in tale intento, la band utilizza strumenti vintage, fra i quali rari e inusuali “c-melody sax” o  il clarinetto di metallo, e kit percussionistici d’epoca (con ad esempio piatti originali montati su molle e corde di cuoio). Tramite un accurato ascolto dei dischi, la band ha assimilato lo stile e il fraseggio dei solisti dell’epoca, mentre l’analisi di fotografie e filmati d’epoca ha permesso di  interiorizzare il dettame artistico anche dal punto di vista estetico e scenografico/coreografico: il recupero filologico si estende infatti anche alla cura del vestiario (smoking per la componente maschile e abiti tematici – inclusi piumaggi originali della Milano anni ’20 – per quella femminile), nelle presentazioni (leggii, stand e microfono a condensatore tipici dell’epoca) e nelle coreografie dei musicisti e dei cantanti, al tutto aggiungendo un pizzico di allegria e sana comicità. Tornano ad Ascona dopo il successo della passata edizione.
Performing dates: June 24, June 26, July 1

Website:

www.chicagostompers.it

www.myspace.com/chicagostompers