La più votata

di Elena Sempione

 

 

<https://www.ilprimatonazionale.it/wp-content/uploads/2020/01/Elly-Schlein.j
pg> Elly Schlein

Roma, 28 gen – È stata la più votata di tutta l’Emilia Romagna, con ben
22mila preferenze. Un vero plebiscito. Stiamo parlando di Elly Schlein, il
volto della new left che ha abbandonato le fabbriche per sistemarsi
comodamente in un loft nel centro storico. La Schlein, in effetti, ha tutto
di questa sinistra urbana, liberal e post-operaia. Giovane, ecologista,
femminista, immigrazionista, la Schlein ha tutte le carte in regola per
rappresentare quel segmento di sinistra sempre più globalista e sempre meno
nazional-popolare. Erede di Clinton, non certo di Gramsci.

Un profilo global

Ma chi è, quindi, la più votata delle
<https://www.ilprimatonazionale.it/prima/bonaccini-batte-lega-emilia-romagna
-pd-calabria-centrodestra-sparisce-m5s-143714/> Regionali? Elena Ethel
Schlein, per gli amici «Elly», proviene da una famiglia di rango. Entrambi i
genitori, infatti, possono vantare un alto blasone accademico: papà Melvin è
un ebreo americano, mamma Maria Paola italiana. Elly nasce a Lugano nel
1985, dove rimarrà fino al conseguimento della maturità. Si trasferisce
quindi a Bologna per studiare giurisprudenza presso l’Alma mater studiorum,
ottenendo la laurea nel 2011. Appassionata di politica, la Schlein bazzica
le sedi del Partito democratico, ma nel 2013 si unisce al coro degli
scontenti per i governi delle «larghe intese». Di qui la sua l’adesione alla
corrente di Pippo Civati, che la catapulterà nella direzione nazionale del
Pd.

La carriera politica di Elly Schlein

Nel 2014 Elly Schlein si candida per la tornata delle Europee tra le file
del Pd, ottenendo l’elezione. A Bruxelles viene quindi inserita nell’
<https://legacy.gscdn.nl/archives/images/soroskooptbrussel.pdf> ambita lista
degli amici di George Soros, il noto speculatore e fondatore della potente
Open Society. In effetti, la Schlein condivide in toto l’agenda politica del
magnate di origini ungheresi: immigrazionismo, ecologismo, femminismo,
teoria gender e così via. Insomma, il pacchetto completo del
diritto-umanismo. Ad ogni modo, nel 2015 abbandona il Pd per confluire in
Possibile, il nuovo soggetto politico fondato dal suo mentore Civati.
Terminato il mandato a Bruxelles, Elly Schlein rinuncia a una ricandidatura
per puntare tutte le sue fiche sulle Regionali, a cui si presenta nella
lista civica Emilia Romagna coraggiosa, sostenuta da Articolo uno, Sinistra
italiana e altre associazioni consimili. Il resto è cronaca: 22mila
preferenze ed entrata trionfale nel Consiglio regionale. Se gioca bene le
sue carte, di sicuro ne sentiremo riparlare.

Elena Sempione

https://www.ilprimatonazionale.it/politica/soros-gender-femminismo-elly-schlein-volto-nuova-sinistra-143917/

Apertura ufficio cimiteriale

CMV

In occasione delle prossime esumazioni massive da eseguirsi nel cimitero di Bondeno, si comunica

che l’ufficio cimiteriale di C.M.V. Servizi Srl sarà aperto al pubblico anche nella giornata del Sabato, a partire da Sabato 08/02/2020 e fino a Sabato 27/06/2020 compreso, dalle ore 08:30 alle ore 12:00.

Gli orari al pubblico, a partire da Sabato 08/02/2020 saranno pertanto i seguenti:
– Lunedi dalle ore 08:30 alle ore 12:00
– Mercoledi dalle ore 08:30 alle ore 12:00
– Venerdi dalle ore 08:30 alle ore 12:00
– Sabato dalle ore 08:30 alle ore 12:00.

Da Sabato 04/07/2020 si osserverà il normale orario di apertura, Lunedi – Mercoledi – Venerdi dalle ore 08:30 alle ore 12:00.

Regionali Cento

Elezioni regionali 2020
Comune di CENTO (FE)

Ultimo aggiornamento alle 05:02
Sezioni candidato presidente scrutinate: 30 su 30
Sezioni liste circoscrizionali scrutinate: 30 su 30
Voti %
LUCIA BORGONZONI 10.673 58,19%
LEGA LEGA 7.765 45,81%
FRATELLI D'ITALIA FRATELLI D’ITALIA 1.764 10,41%
FORZA ITALIA FORZA ITALIA 468 2,76%
PROGETTO EMILIA-ROMAGNA RETE CIVICA BORGONZONI PRESIDENTE PROGETTO EMILIA-ROMAGNA RETE CIVICA BORGONZONI PRESIDENTE 195 1,15%
GIOVANI PER L'AMBIENTE GIOVANI PER L’AMBIENTE 76 0,45%
TOTALI COALIZIONE 10.268 60,58%
Voti %
STEFANO BONACCINI 6.750 36,80%
PARTITO DEMOCRATICO PARTITO DEMOCRATICO 3.278 19,34%
BONACCINI PRESIDENTE BONACCINI PRESIDENTE 1.714 10,11%
EMILIA-ROMAGNA CORAGGIOSA ECOLOGISTA PROGRESSISTA EMILIA-ROMAGNA CORAGGIOSA ECOLOGISTA PROGRESSISTA 274 1,62%
EUROPA VERDE EUROPA VERDE 217 1,28%
+EUROPA - PSI - PRI +EUROPA – PSI – PRI 142 0,84%
VOLT EMILIA-ROMAGNA VOLT EMILIA-ROMAGNA 50 0,29%
TOTALI COALIZIONE 5.675 33,48%
Voti %
SIMONE BENINI 739 4,03%
MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE 871 5,14%
TOTALI COALIZIONE 871 5,14%
Voti %
DOMENICO BATTAGLIA 64 0,35%
MOVIMENTO 3V VACCINI VOGLIAMO VERITA' MOVIMENTO 3V VACCINI VOGLIAMO VERITA’ 66 0,39%
TOTALI COALIZIONE 66 0,39%
Voti %
STEFANO LUGLI 61 0,33%
L'ALTRA EMILIA-ROMAGNA L’ALTRA EMILIA-ROMAGNA 70 0,41%
TOTALI COALIZIONE 70 0,41%
Voti %
MARTA COLLOT 34 0,19%
Nessuna lista circoscrizionale associata
TOTALI COALIZIONE 0%
Voti %
LAURA BERGAMINI 22 0,12%
Nessuna lista circoscrizionale associata
TOTALI COALIZIONE 0%
Totale voti candidati presidente: 18.343
Totale voti liste circoscrizionali: 16.950
Bianche 132 0,7%
Contestate
Nulle 243 1,3%

Risultati regionali

Ultimo aggiornamento alle 00:25 – Comunicazione a chiusura delle operazioni

67,67%

( Regionali 2014: 37,76% )

Differenza percentuale: +29,91%

 

Comuni pervenuti 328 su 328

Comune di BONDENO (FE)

Ultimo aggiornamento alle 03:35
Sezioni candidato presidente scrutinate: 18 su 18
Sezioni liste circoscrizionali scrutinate: 18 su 18
Voti %
LUCIA BORGONZONI 4.453 59,52%
LEGA LEGA 3.690 52,02%
FRATELLI D'ITALIA FRATELLI D’ITALIA 476 6,71%
FORZA ITALIA FORZA ITALIA 138 1,95%
PROGETTO EMILIA-ROMAGNA RETE CIVICA BORGONZONI PRESIDENTE PROGETTO EMILIA-ROMAGNA RETE CIVICA BORGONZONI PRESIDENTE 61 0,86%
GIOVANI PER L'AMBIENTE GIOVANI PER L’AMBIENTE 21 0,30%
TOTALI COALIZIONE 4.386 61,84%
Voti %
STEFANO BONACCINI 2.827 37,78%
PARTITO DEMOCRATICO PARTITO DEMOCRATICO 1.970 27,77%
BONACCINI PRESIDENTE BONACCINI PRESIDENTE 235 3,31%
EMILIA-ROMAGNA CORAGGIOSA ECOLOGISTA PROGRESSISTA EMILIA-ROMAGNA CORAGGIOSA ECOLOGISTA PROGRESSISTA 97 1,37%
EUROPA VERDE EUROPA VERDE 80 1,13%
+EUROPA - PSI - PRI +EUROPA – PSI – PRI 68 0,96%
VOLT EMILIA-ROMAGNA VOLT EMILIA-ROMAGNA 21 0,30%
TOTALI COALIZIONE 2.471 34,84%
Voti %
SIMONE BENINI 148 1,98%
MOVIMENTO 5 STELLE MOVIMENTO 5 STELLE 196 2,76%
TOTALI COALIZIONE 196 2,76%
Voti %
STEFANO LUGLI 21 0,28%
L'ALTRA EMILIA-ROMAGNA L’ALTRA EMILIA-ROMAGNA 26 0,37%
TOTALI COALIZIONE 26 0,37%
Voti %
MARTA COLLOT 14 0,19%
Nessuna lista circoscrizionale associata
TOTALI COALIZIONE 0%
Voti %
DOMENICO BATTAGLIA 14 0,19%
MOVIMENTO 3V VACCINI VOGLIAMO VERITA' MOVIMENTO 3V VACCINI VOGLIAMO VERITA’ 14 0,20%
TOTALI COALIZIONE 14 0,20%
Voti %
LAURA BERGAMINI 5 0,07%
Nessuna lista circoscrizionale associata
TOTALI COALIZIONE 0%
Totale voti candidati presidente: 7.482
Totale voti liste circoscrizionali: 7.093
Bianche 45 0,6%
Contestate
Nulle 123 1,6%

Come si vota in Emilia

Il tema appassiona chi non è del tutto convinto dell’operato di un partito o ha una passione per il candidato presidente altrui. O anche per chi vuole votare un candidato amico che si trova nella lista di un presidente che ha poche possibilità di essere eletto.
Per gli scrutatori è una difficoltà in più nel leggere le schede, per i politici un incubo ricorrente: parliamo del voto disgiunto, ovvero la possibilità di votare il candidato presidente di una coalizione e un consigliere di un partito diverso.

Il voto disgiunto si può fare domenica, alle elezioni regionali per scegliere il nuovo presidente e i nuovi componenti dell’Assemblea Regionale. E’ una particolarità della nostra legge elettorale, non è dappertutto così

L’ipotesi che siano in tanti a scegliere il voto disgiunto fa paura soprattutto a sinistra.
Tradotto, se vince il Pd Stefano Bonaccini, potrebbe accadere che il Pd non sia il primo partito del nuovo Consiglio regionale. Perchè potrebbe essere la Lega. Un risultato che potrebbe essere frutto di tanti elettori di centrosinistra che non votano Pd per protesta, ma danno comunque fiducia al presidente Bonaccini e votano solo per lui senza esprimere preferenze per nessuno dei partiti che lo sostengono.

Come si vota. Ciascun elettore potrà: votare a favore solo di una lista tracciando un segno sul contrassegno (in tale caso il voto si intende espresso anche a favore del candidato presidente della Giunta regionale a essa collegato); votare solo per un candidato alla carica di presidente della giunta regionale tracciando un segno sul relativo rettangolo; votare per un candidato alla carica di presidente della giunta regionale, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle liste a esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste.

Ogni elettore, però,  – e questo è il voto disgiunto – potrà votare disgiuntamente per un candidato alla carica di presidente della giunta regionale, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle altre liste a esso non collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste. E’ questo il cosiddetto voto disgiunto che potrebbe ribaltare il risultato e spiazzare ogni sondaggio.
Facciamo due casi di scuola, a mò di esempio. Giulia Gibertoni è candidata con il Movimento 5 Stelle, che corre da solo. Ha un suo candidato presidente, Simone Benini. La Gibertoni è di Mirandola, ha un suo seguito personale che non è automatico si allarghi anche a Benini. Per cui, c’è chi potrebbe votare lei nella lista, e poi mettere la croce su Bonaccini o su Borgonzoni.

Stefano Lugli, di Finale Emilia è candidato presidente della regione. Difficile però che lo diventi, il suo partito L’Altra Emilia-Romagna, non ha il peso paragonabile alla Lega o al Pd. Per cui c’è chi lo apprezza ma non lo voterebbe per non sprecare un voto.
In questo caso il voto disgiunto potrebbe essere la soluzione: assegnare la propria preferenza scrivere il nome e Lugli nello spazio dei candidati cansiglieri, e poi mettere la croce per il presidente su Bonaccini o Borgonzoni.

Altra particolarità della nostra legge elettorale è il fatto che vengono automaticamente eletti come consiglieri solo i primi due candidati alla presidenza. Tutti gli altri candidati presidente, oltre a dover superare la soglia di sbarramento del 3% con la rispettiva lista, devono essere eletti attraverso la preferenza.

LEGGI ANCHE

Elezioni regionali, ecco come si vota il 26 gennaio

Conosciamo  i sette candidati presidente per l’Emilia-Romagna

Emilia-Romagna 2020: le elezioni regional-nazionali sono alle porte – IL PUNTO

Ecco come sarà la scheda elettorale

 

TUTTE LE LISTE E I CANDIDATI PER LE ELEZIONI REGIONALI DI GENNAIO 2020

LA COALIZIONE DI LUCIA BERGONZONI

Nel listino della Borgonzoni: Bruno Fontana da San Prospero, Elisabetta Malagoli da San Felice e Marco Bergamini da Medolla

Elezioni regionali, il mirandolese Roberto Lodi tra i candidati della Lega

Barcaiuolo presenta la lista di Fratelli d’Italia per le Regionali. Da Mirandola Maria Grazia Zagnoli e da Bastiglia c’è Spica

Forza Italia candida Antonio Platis da Mirandola

Regionali, per la Borgonzoni c’è la lista “Giovani per l’ambiente”

Ecco i candidati della lista “Cambiamo” per Borgonzoni presidente

LA COALAZIONE DI STEFANO BONACCINI

Elezioni regionali, i candidati della lista Bonaccini presidente

I candidati del Pd alle elezioni regionali: dalla Bassa Pama Cost e Piergorgio Rebecchi

Elezioni regionali, candidati da Soliera, Ravarino e Nonantola per Emilia-Romagna Coraggiosa

Tra i candidati di Europa Verde alle Regionali c’è Simone Ganzerli di Mirandola

Regionali, ecco i candidati del partito paneuropeista Volt

Ecco i candidati di +Europa a sostegno di Bonaccini. Da Finale Emilia c’è Giampaolo Briscagli

GLI ALTRI CANDIDATI PRESIDENTE E LE LISTE CHE LI SOSTENGONO

A sostegno dell’aspirante presidente Marta Collot, tutti i candidati in Regione per Potere al Popolo

Elezioni regionali, ecco i candidati de L’Altra Emilia-Romagna

Laura Bergamini candidata presidente e tutti i candidati per il Partito Comunista

Elezioni Regionale, per i 5 Stelle si candida il novese Paolo Stevanin. Da Mirandola c’è la Gibertoni

Regionali, la lista dei candidati modenesi di Movimento 3 V

 

 

The post Guida al voto disgiunto per le elezioni regionali in Emilia-Romagna appeared first on SulPanaro | News.