Ferrara Balloons Festival 2019

vernenato nel 2004, ha conosciuto una continua a progressiva crescita che l’ha portato ad essere considerato il più importante Festival delle Mongolfiere in Italia e uno dei più prestigiosi d’Europa. Il Festival, giunto alla sua decima edizione, colora il Parco Urbano “Giorgio Bassani” di Ferrara, polmone verde della città, proponendo agli oltre 120.000 visitatori un evento unico nel suo genere: mongolfiere in volo libero, vincolato e dalle forme speciali, spettacoli, shopping, specialità eno-gastronomiche, eventi sportivi, artistici e musicali.

Gli spettatori potranno assistere al gonfiaggio delle mongolfiere, un rito di grande suggestione, e provare l’emozione di salire a bordo dei palloni la mattina presto e verso sera, i due migliori momenti per alzarsi in volo in tutta sicurezza.

Assistere al gonfiaggio dei giganti dell’aria, osservare le manovre dei piloti, sentire il rumore e il calore dei bruciatori e vedere infine gli affascinante mezzi alzarsi in volo è uno spettacolo indimenticabile.
Tra i momenti più suggestivi, il sabato sera alle ore 21, lo spettacolo delle mongolfiere illuminate a ritmo di musica.
Particolare l’attenzione verso i bambini con diverse aree loro dedicate.

Dati:
120.000 visitatori
300.000 mq di Parco
30 mongolfiere tra forme speciali e “a lampadina”
34 equipaggi di 9 Nazioni
7 mongolfiere di forme speciali
1870 voli liberi e voli vincolati
3 Night Glow
300 esibizioni ed eventi sportivi, musicali e di spettacolo
80 espositori
2.000 persone ospitate nell’Area Sosta Camper

Info: info@ferrarafestival.it   345 9152746

—————————

AREA CAMPER

Info e tariffe:1 notte € 18,00 – 2 notti € 32,00 – 3 notti € 45,00
Biglietto ingresso alla manifestazione convenzionato, € 5  cumulativo per sabato e domenica, i minori di 12 anni entrano gratis.
Contatti: Cell. 324 0909114 – info@oasi-park.it

Programma

VOLO LIBERO
Gonfiaggi e decolli: al mattino alle ore 7.00 e al pomeriggio alle ore 17.30 (l’orario dei voli liberi potrà subire variazioni a seconda delle condizioni meteorologiche). Durata volo: indicativamente 1 ora.
Durata complessiva (gonfiaggio, volo e rientro via terra): indicativamente 3 ore.

COSTI
– Da lunedì a venerdì:
Un posto € 150,00 –  Prezzo agevolato  € 120,00*
Due o più posti  € 130,00 cad.  –  Prezzo agevolato € 99,00* cad.
– Sabato e domenica:
Un posto € 190,00 –  Prezzo agevolato  € 160,00*
Due o più posti € 160,00 cad. – Prezzo agevolato  € 140,00* cad.
* Agevolazione valida per il solo titolare delle card convenzionate, per maggiori informazioni consultare la pagina dedicata: Agevolazioni voli
PRENOTAZIONI
Scrivi a volo@ferrarafestival.it o chiama il 345 9152746 (dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18 – lun-ven) per assicurarti che ci sia disponibilità di posto nella giornata e fascia oraria da te preferita, dopo aver controllato puoi procedere a convalidare la prenotazione effettuando il pagamento tramite bonifico bancario e inviare contabile dell’avvenuto saldo a volo@ferrarafestival.it.
————————–
VOLO VINCOLATO
All’interno del parco urbano Giorgio Bassani è allestita un’area appositamente dedicata al volo vincolato delle mongolfiere che, ancorate a terra in tutta sicurezza con apposite funi, si alzano di circa 20 metri offrendo lo spettacolo del Festival dall’alto.
Per effettuare il volo vincolato non è necessaria alcuna prenotazione anticipata, i biglietti si acquistano direttamente al parco prima di salire a bordo della mongolfiera.
GIORNI E ORARI
Sabati e domeniche: 10.30-12.30 e 16.30-20.30.
Da lunedì a venerdì dalle 17.30 alle 20.00.
L’orario dei voli vincolati potrà subire variazioni a discrezione del direttore dei voli.*
*Tutti i voli delle mongolfiere sono soggetti a condizioni meteorologiche specifiche. L’Organizzazione del Ferrara Balloons Festival si riserva inappellabilmente di sospendere, rimandare o modificare il programma di volo (libero e/o vincolato) qualora le condizioni meteo o di altra natura ne inficiassero la sicurezza.
COSTI (il biglietto è acquistabile solamente al parco)
Adulti € 9,00 – Prezzo Agevolato* € 8,00
Bambini € 7,00 – rezzo Agevolato* € 6,00
Pacchetto Famiglia 2 adulti + 1 bambino € 23,00 – Prezzo Agevolato* € 20,00

Festival del ciclista lento

Festival del Ciclista Lento

26, 27, 28 ottobre 2018

Ferrara, Argenta, Voghiera
A Ferrara un raduno di gente che ama andare piano. Insieme si creerà una straordinaria comunità a pedali affratellata dalla lentezza. Beati gli ultimi, che la vita sanno godèr!
Programma
Durante il pomeriggio del 26 ottobre, avrà luogo un incontro con importanti personaggi di rilievo nazionale del panorama culturale, economico e politico. Sarà affrontato il tema della bike economy, al centro degli interventi: gli eventi agonistici di promozione del territorio, le attività economiche legate alla crescita del cicloturismo e il ruolo delle istituzioni pubbliche per incentivare la mobilità urbana in bicicletta.

A seguire, una due giorni ricca di appuntamenti! Sabato “La Pedalata più lenta del mondo: 5 km in 5 ore” con pit stop enogastronomici e un tour tra arte e natura nella bellissima città estense.

Nel corso del pomeriggio, alle ore 15:00, l’incontro è fissato al Velodromo “Fausto Coppi”, dove avrà luogo una sfida di lentezza dal titolo “Record dell’ora… alla rovescia”. Gli assi che hanno fatto la storia del ciclismo correndo a folle velocità ritorneranno alle competizioni per tentare di registrare un nuovo record: il ciclista che in un’ora percorrerà meno pista.

In serata la festa continua, alle ore 21:00, con il “Gran Galà del Ciclista Lento” con ospiti di rilievo nazionale ed esibizioni musicali, giochi, interviste e premiazioni di personalità del mondo legato alla bicicletta: lo show delle Maglie Nere del Giro d’Italia. Conducono Marco Pastonesi e Guido Foddis, con la band a pedali della Repubblica delle Biciclette. Ospite d’onore Giuseppe Fonzi, Maglia Nera del Giro d’Italia 2018.

La domenica mattina 28 ottobre, si svolgerà la manifestazione non agonistica “Gravel del Ciclista Lento” partirà dalla città di Argenta, percorrerà le strade bianche che si dipanano nell’oasi naturalistica di Campotto, raggiungerà la Delizia estense del Verginese e si concluderà nella Delizia di Benvignante a Voghiera. In questa location suggestiva avrà luogo la festa finale del “Festival del Ciclista Lento” con un rinfresco a buffet e uno spettacolo di chiusura offerto a tutti i partecipanti.

Info: info@ciclistalento.it

 

Url dell’evento
https://www.ciclistalento.it/

Punto di ascolto al Bundan

Da circa venti giorni nel Distretto sanitario Ovest c’è una persona che si occupa di prossimità: è la dottoressa Natascia Farina, la quale, grazie all’esperienza maturata nel campo della prevenzione nei vari eventi fieristici della provincia di Ferrara (Notte Rosa ai Lidi, Basker’s Festival Ferrara), sarà presente anche al Bundan Celtic Festival assieme alle sue omologhe dei distretti Centro-Nord e Sud-Est. L’evento di Stellata, infatti, ospiterà nella serata di venerdì una postazione in cui chiunque potrà recarsi per ricevere gratuitamente alcune informazioni utili per la prevenzione dei rischi collegati all’abuso di alcolici e ai rapporti non protetti, come etilometri e preservativi. Non solo sarà gratuito, ma anche anonimo: tutti quelli che vorranno usufruire degli strumenti a disposizione presso il banchetto potranno farlo nell’assoluto rispetto della privacy e senza rischiare alcuna conseguenza dal punto di vista legale. «Il Bundan è una festa che mette assieme tantissimi giovani – spiega la responsabile del Servizio per le tossicodipendenze del Distretto Ovest, Paola Giacometti -, e avere un punto di decompressione e informazione sanitaria gratuito e anonimo è senz’altro un’iniziativa utile, e a tutela del divertimento responsabile». «Il servizio che offriremo – fa eco la psicologa Farina – sarà in stretto collegamento con la struttura sanitaria, presente all’evento con un’ambulanza pronta ad intervenire in caso di emergenza, ma anche con il volontariato, l’associazionismo, le scuole e la Pro Loco». L’incontro in Municipio di lunedì mattina con l’assessore alle Politiche Sociali, Cristina Coletti, e con il presidente del Consiglio comunale, Alan Fabbri, è stato funzionale al completamento degli ultimi dettagli di questo nuovo progetto. «L’Ente comunale non ha come obiettivo la mera programmazione degli eventi – chiosa l’assessore Coletti – ma anche la promozione di un divertimento responsabile, e il sostegno a chi si occupa di prevenzione. Siamo convinti che la direzione intrapresa sia quella giusta e che il progetto possa ricevere delle concrete risposte positive nell’immediato futuro».

Interno verde

Il Mercato Coperto di Ferrara rinasce con Interno Verde

Il festival dei giardini riqualifica l’ambiente caduto in disuso, puntando sulla condivisione

Vasche di ninfee, ceramiche e fiori di protea, tra cestini di fragole e cassette di insalata: il festival Interno Verde riqualifica il Mercato Coperto di Ferrara, che per la prima volta dopo tanti anni riapre completamente al pubblico, tornando a costituirsi come un unico spazio di incontro e di scambio, una grande piazza dove le originali bancarelle di frutta e verdura si mescoleranno ai libri illustrati e alle incisioni artistiche, tra i tavolini dove sorseggiare un centrifugato oppure gustare un prelibato piatto di cappellacci.

Il festival dedicato ai giardini segreti del centro storico ferrarese – che quest’anno si terrà sabato 12 e domenica 13 maggio – ha scelto per la terza edizione di spostare il proprio centro nevralgico in via Boccacanale di Santo Stefano, all’interno dell’affascinante struttura del vecchio mercato agroalimentare, inaugurata nel 1960 su progetto dell’architetto toscano Giovanni Michelucci. Qui verrà allestito l’infopoint della manifestazione, aperto già dal pomeriggio di venerdì 11 maggio, dove ci si potrà iscrivere o ritirare il materiale informativo; sempre qui ci si potrà fermare per la pausa pranzo o per trascorrere una serata diversa dal solito – tra live set di musica elettronica e partite di tombola, giochi e serate danzanti, un programma di iniziative studiato per favorire la spontaneità della condivisione, in un’atmosfera leggera e vitale, adatta ad essere apprezzata da un pubblico trasversale e intergenerazionale.

«Il Mercato Comunale rappresenta molto più di un ambiente all’interno del quale allestire l’infopoint – raccontano gli organizzatori -. Rappresenta una sfida, un desiderio difficile da realizzare ma per questo tanto più urgente da soddisfare, la volontà di restituire alla città, dopo lunghi anni di incuria e oblio, uno dei suoi luoghi più caratteristici, appellandosi alla sua vocazione originaria. Interno Verde non censurerà il recente passato, nemmeno intende trasformare o snaturare l’identità dell’edificio, scenderà anzi in profondità nella sua storia e nel suo carattere, affinché nuovamente la volta di vetro che lo protegge possa riempirsi di voci, profumi e risate, affinché il mercato possa essere propriamente sé stesso, un luogo vitale dove parlarsi, conoscersi, trascorrere del tempo assieme». L’infopoint non sarà dunque allestito all’interno del mercato, diventerà esso stesso mercato, integrando in un ambiente coerente – progettato con materiali poveri, eppure di grande capacità evocativa – i commercianti tuttora attivi al suo interno a una selezione di prodotti e progetti in linea con lo spirito della manifestazione.

La festa per inaugurare lo spazio rigenerato si terrà la sera di venerdì 11 maggio, con il live set di Esa – musicista sudafricano, di base a Londra – e di N-Zino del collettivo salernitano 180 Grammi, chiamati a Ferrara grazie alla collaborazione dell’associazione Reverb. Sabato 12 maggio dalle 9 di mattina si terrà il live set del collettivo 180 Grammi, specializzato in dj set di musica elettronica dei mercati rionali: si comincerà con Esa e si proseguirà con Sofa Talk, Mushroom Project e Peedoo. Dalle 21 si terrà invece la Tombola di Interno Verde, alla quale potranno partecipare tutti i visitatori del festival, a cui verrà regalata una cartella al momento dell’iscrizione. A seguire una selezione musicale d’eccezione, dedicata all’italodisco anni Settanta, curata da dj Baffo.

Per info e iscrizioni: www.internoverde.itinfo@internoverde.it

Street Food Festival

comunebondenofe.it: Martedì, 13 Febbraio 2018 13:39
Scritto da Erika Chillemi

street food

«L’obiettivo è quello di essere sempre un passo avanti, cercando di interpretare usi e tendenze della nostra società che cambia. Per questo, il centro storico di Bondeno deve poter ospitare eventi che siano in grado di promuovere la socialità e il valore esperienziale del gusto e dell’acquisto». Il sindaco di Bondeno, Fabio Bergamini, non ha dubbi sul fatto che questa debba essere la strada. Per queste ragione, il Comune sta predisponendo un apposito bando, per cercare un partner per quella che sarà la novità del 2018: uno Street Food Festival. Ovvero, una manifestazione in cui si potranno gustare specialità gastronomiche preparate direttamente per strada, in un percorso, che avrà naturalmente il compito di valorizzare un percorso. In quello che ha a tutti gli effetti le caratteristiche di “centro commerciale naturale”. Vale a dire, il centro storico, con le sue vie di accesso. «Di Street Food parla ormai anche la Fao – sottolinea il vicesindaco Simone Saletti, titolare della delega sulla promozione del territorio – riconoscendo un valore a questa forma di consumo in strada di alimenti e bevande caratteristici, che bene si collega anche con la promozione di prodotti locali, perseguendo il doppio intento di valorizzare le nostre eccellenze enogastronomiche, ma anche, appunto, la frequentazione del centro storico. In un percorso che includa il passaggio davanti a negozi e vetrine a tema». Un percorso che si affianca ad altre iniziative, come “Eire, la festa dei suoni d’Irlanda”. Insomma, il “cibo da consumare in passeggio”, come ulteriore volano di promozione, accanto a fiere, festival musicali (come Eire) e così via. In attesa di definire il programma, il Comune ha già predisposto una delibera per ricercare sponsor e partner per co-gestire l’iniziativa, anche per attività ludiche, musicali e di animazione che faranno da contorno all’evento. La seconda metà di marzo, con l’arrivo della primavera, porterà dunque con sé il primo Street Food Festival del territorio, nella certezza che il piacere del gusto e dell’esperienza possano essere gli ingredienti giusti per il rilancio del centro.