Passa il Giro d’Italia

Partito sabato 11 maggio da Bologna, dopo avere abbandonato domenica 12 l’Emilia-Romagna, il Giro d’Italia 2019 è rientrato in regione domenica 19 (tappa Riccione-San Marino) ed arriva in territorio modenese martedì 21, con la decima tappa Ravenna-Modena, mentre mercoledì 22 l’undicesima tappa partirà da Carpi per arrivare a Novi Ligure. Questo il percorso:

Martedì 21 maggio, decima tappa: Ravenna-Modena

Tappa completamente pianeggiante, che verosimilmente si chiuderà in volata. Si parte in Romagna alla mattina, e si arriverà nella Bassa dopo le quattro del pomeriggio: il gruppo passerà da San Giovanni in Persiceto (secondo la cronotabella – che riportiamo in basso –  fra le 16.10 e le 16.30) da via Fanin, per poi risalire verso Crevalcore sulla sp 568 ed entrare in territorio modenese nel comune di Ravarino (sp 568, passando da Stuffione), supererà poi il ponte sul Panaro a Camposanto per poi dirigersi sulla sp 2 Panaria attraversando le frazioni del comune di Bomporto (Solara, San Michele, Gorghetto, Villavara) per poi giungere a Modena attraversando via Nonantolana, via Menotti e concludersi in via Emilia Ovest, dopo un tratto in cui i ciclisti, poco prima del traguardo, pedaleranno sul pavé. Sulle strade della Bassa insomma il Giro è atteso fra le 16.30 e le 17.15. Per chi volesse gustarsi l’arrivo in città, verosimilmente la tappa si chiuderà fra le 17 e le 17.30, ma tutto dipenderà dall’andatura che il gruppo terrà.

Martedì il Giro arriva nella Bassa: ecco dove passerà e a che ora

Annunci

Cispadana

FINALE EMILIA – Lunedì prossimo 15 aprile alle 21,00 presso la Sala Consigliare di Finale Emilia (MEF) si terrà un incontro con i cittadini promosso dal Coordinamento cispadano NO autostrada – SI’ strada a scorrimento veloce che vuole dare utili strumenti di conoscenza agli stessi cittadini per capire la situazione in atto attorno alla vicenda Cispadana, alla luce degli eventi di questi ultimi mesi ed in relazione alle difficoltà finanziarie della Società ARC che dovrebbe realizzare e gestire la nuova autostrada e la Regione Emilia Romagna. Delle difficoltà tecniche legate ad un progetto superato nei tempi e nel contesto trasportistico nazionale, europeo e internazionale, di fronte anche agli sviluppi della Concessione A22.
Ancora una volta – si legge in una nota – lo deve fare il Coordinamento mentre gli ambienti politici legati alla maggioranza e al centro-destra presenti nell’Assemblea regionale sono incapaci di risolvere un problema creato dalla insulsa decisione che nel 2006 portò ad abbandonare il progetto di Strada a scorrimento veloce che avrebbe permesso in breve tempo, e spreco di denaro pubblico, di realizzare i tratti mancanti e completare una infrastruttura di cui il territorio ha fortemente bisogno e che avrebbero definitivamente risolto, come si farà del resto prossimamente da Reggiolo a Parma, il problema oltre 10 anni fa.

https://www.sulpanaro.net/2019/04/balle-spaziali-sulla-cispadana-un-incontro-finale-emilia/

Ferrara in streaming

I martedi dell’Urban Center – Le risposte alle domande più comuni sulle trasformazioni della città

  • 16 ottobre, ore 17.30: QUALE IL DISEGNO DELLA GRANDE CORNICE VERDE? Baluardo dell’Amore, Baluardo di San Lorenzo, Porta Paola, Piazza Verdi
    Relatori Aldo Modonesi Natascia Frasson. Modera: Dalia Bighinati
  • Urban Center – Corso Isonzo 137 – Ferrara
  • Gli incontri saranno trasmessi in diretta streaming sulla pagina Facebook Città di Ferrara e sarà possibile intervenire in tempo reale.
  • http://www.urbancenterferrara.it/
  • Orari: ore 17.30-19.30
  • Ingresso: gratuito

Comunali del 10 giugno

CAMPOSANTO – Si vota domenica a Camposanto, nella sfida tra Monja Zaniboni (centrosinistra) e Mauro Neri (centrodestra)  e in totale saranno 54 – 40 uomini e 14 donne – i candidati per le 18 poltrone da sindaco nei 18 comuni emiliano-romagnoli attesi al voto domenica. Il candidato più giovane ha 21 anni ed è in corsa a Sarsina, nel Cesenate, quello più anziano è un 75enne in lizza a Solignano, nel Parmense. Uno su 4 è nato nel comune dove si candida a essere primo cittadino.
Alle urne sono chiamati oltre 120.000 elettori emiliano-romagnoli. I seggi delle 150 sezioni, resteranno aperti dalle ore 7 alle ore 23. L’eventuale di ballottaggio che riguarda i due soli comuni sopra i 15.000 abitanti, Imola e Salsomaggiore Terme avrà luogo il 24 giugno.
Alle consultazioni, ricorda l’Ansa, andranno Imola e Camugnano nel Bolognese; Salsomaggiore Terme e Solignano nel Parmense; Galeata e Sarsina nel Cesenate; Camposanto, Guiglia, Polinago e Serramazzoni nel Modenese; Castelvetro Piacentino, Ferriere e Alta val Tidone nel Piacentino; Brescello, Castelnuovo di sotto e San Polo d’Enza nel Reggiano; Gemmano nel Riminese e Bagnara di Romagna nel Ravennate.

LEGGI ANCHE

Elezioni a Camposanto, sarà una sfida tutta in famiglia

The post Si vota domenica, alle Comunali 18 città in tutta la regione appeared first on SulPanaro | News.

Ciclista morì investita, per gli altri corridori arrivano le multe

La donna di San Felice sul Panaro morì investita, ora per i corridori che correvano con lei in quella maledetta strada di Mirandola arrivano le multe. Infatti, il gruppo transitava su via Imperiale “su un tratto di strada vietato alle biciclette non rispettando la segnaletica come da ordinanza della Provincia di Modena”, si legge nei verbali arrivati in questi giorni a una decina di ciclisti in cui si chiede di pagare al più presto più di 70 euro.

L’incidente avvenne il 31 maggio poco dopo l’ora di pranzo, quando il gruppo di ciclisti si trovava sulla Sp 9 tra Massa Finalese e Mirandola. La sanfeliciana Lorella Vaccari era alla guida della sua bicicletta quando, fermandosi al semaforo, cadde per terra e vene travolta da un’auto che proveniva in senso opposto. Un incidente improvviso e imprevedibile che lasciò tutti sotto shock. Ma gli agenti di Polizia Municipale intervenuti per i rilievi, non poterono che constatare le violazioni al codice della strada che trovarono, e di cui ora si chiede conto.

Quanto avvenuto con le multe aggiunge rabbia a una situazione molto tesa. I ciclisti sono infatti sul piede di guerra, e sabato scorso hanno anche messo in piedi una manifestazione di protesta. La situazione è infatti surreale. Mentre da un lato le istituzioni pubbliche premono per rendere sempre più appetibile il turismo ciclabile nella Bassa, le strade decadono di giorno in giorno. Soprattutto quelle più isolate e meno frequentate dove viaggiare in bici sarebbe in teoria più sicuro. Ma invece di aggiustarle come sarebbe di buon senso fare, vengono messi cartelli di divieto di uso alle biciclette e limiti di velocità per tutti a 30 all’ora. La Provincia se ne lava le mani e spiega che le manutenzioni sono state fatte fino a due anni fa, poi tutti i soldi che in effetti ci sarebbero, vengono presi dal Governo a Roma.

http://www.sulpanaro.net/2017/07/ciclista-mori-investita/

Nuovo semaforo a Casumaro

AL VIA L’INSTALLAZIONE DEL NUOVO SEMAFORO DI CASUMARO

Da martedì 21 marzo 2017 – Via Bondenese a Casumaro

Il nuovo semaforo a Casumaro sarà posizionato all’incrocio fa la via Bondenese e le vie Casoni e Falzoni, un punto strategico che consentirà di diminuire la velocità di transito in avvicinamento a una zona densamente popolata. A metà aprile l’impianto potrà essere messo in funzione. Leggi tutto

lavori via Bondanese
Sono iniziati martedì 21 marzo i lavori di istallazione del nuovo semaforo sulla via Bondenese a Casumaro. L’intervento, che si è aggiudicato la ditta milanese specializzata S.C.A.E., ha preso il via con la prima fase dedicata alle opere edili: la realizzazione dei plinti di cemento armato e gli scavi di collegamento fra i pali. A metà aprile l’impianto potrà essere messo in funzione.

«Il semaforo è posizionato all’incrocio fa la via Bondenese e le vie Casoni e Falzoni – spiega il sindaco Fabrizio Toselli -: un punto strategico, poiché consentirà di diminuire la velocità di transito in avvicinamento a una zona centrale e densamente popolata e frequentata e per la vicinanza alle scuole, così da agevolare l’immissione sulla strada principale in uscita dalla struttura scolastica».
Il semaforo sarà dotato di spire sulle due vie laterali: rilevatori di presenza delle auto che faranno scattare il verde, evitando le file sulla provinciale. A questo sistema si unirà uno speciale rilevatore di velocità: se i due radar sopra il semaforo, tarato sul limite, rileveranno il superamento della velocità faranno scattare il ciclo del giallo-rosso per fare fermare le auto. Inoltre verrà installata una lanterna semaforica ad indicare con evidenza l’attraversamento pedonale.
«Si tratta – rimarca il primo cittadino – delle prime risposte sull’importante questione della sicurezza della viabilità a Casumaro, sulla cui soluzione ci siamo più volte confrontati con i cittadini che hanno lamentato appunto problemi legati all’elevata velocità di transito, in particolare in via Bondenese».

lavori via Bondenese

Convegno

sabato 5 novembre 2016, dalle 16 alle 18,30

La Chiesa Arcipretale di Bondeno. Storia, archeologia e restauri
convegno

Sala 2000, viale Matteotti 10 a Bondeno (FE)

La Chiesa arcipretale dedicata alla Natività di Maria Vergine è il principale edificio di culto di Bondeno. Costruita nel 1114 per donazione di Matilde di Canossa, è dotata di una coeva torre campanaria ed è stata di recente oggetto di importanti interventi di restauro conservativo.

Ai saluti del Sindaco di Bondeno, Fabio Bergamini, e dell’Arciprete di Bondeno, Mons. Marcello Vincenzi, seguono gli interventi di

Andrea Calanca (storico)
Introduzione storica

Mauro Librenti (Università di Venezia)
Le ricerche archeologiche

Giovanni Santarato, Samuel Bignardi, Nasser Abu Zeid (Università di Ferrara)
Le indagini geofisiche

Patrizia Polastri (architetto)
Il restauro della Torre Matildea

Mauro Sorpilli (restauratore)
Il restauro del crocifisso

Le conclusioni sono affidate a Chiara Guarnieri, archeologa della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, direttore scientifico delle indagini archeologiche

L’iniziativa è promossa da Comune di Bondeno, Associazione Bondeno Cultura, Gruppo Archeologico di Bondeno, Rotary Area Estense e Lions Club Bondeno con la partecipazione della SABAP-BO


ingresso libero
per info 320 8058191 danielebiancardiabc@gmail.com

 

Buon compleanno Ferruccio!

Sabato 30 aprile 2016, Renazzo e Cento

Nel 100° anniversario della nascita di Ferruccio Lamborghini, la città celebra l’imprenditore con un programma ricco di appuntamenti: raduno e sfilata di auto Lamborghini, saluto delle autorità, esposizione carro “Nel segno del Toro” della Società Carnevalesca “I Mazalora”, Banda “G.Verdi”.

LAMBORGHINI


PROGRAMMA – SABATO 30 APRILE 2016


ore 15.15

  • arrivo delle auto Lamborghini a Renazzo
  • Saluto del Sindaco e del Comm. Tonino Lamborghini e
  • sfilata presso Piazza Ferruccio Lamborghini.

Di seguito partenza per Cento con passaggio sulla rotonda di via Alberelli recentemente intitolata a Ferruccio Lamborghini

ore 16.00

  • arrivo a Cento e disposizione delle autopresso Piazza del Guercino e C.so del Guercino
  • Intervento di benvenuto da parte della Banda G. Verdi di Cento
  • Saluto del Sindaco e del Comm. Tonino Lamborghini

ore 16.30

  • proseguimento a piedi verso la Rocca di Cento ove si potrà ammirare il carro allegorico “Nel segno del toro” realizzato dalla Società Carnevalesca Centese I Mazalora proprio per celebrare il 100esimo anniversario della nascita di Ferruccio Lamborghini.

A seguire coffee-break presso il Cortile interno della Rocca di Cento.

lamborghini
Download

 

La Secchia Rapita

– sabato 27 febbraio – ritrovo ore 17.30 presso la Torre
“La Secchia Rapita e la figura di Tassoni”
Il simbolo della vittoria modenese durante la battaglia di Zappolino.
Visita di approfondimento sul poema eroicomico di Alessandro Tassoni, ove la secchia rapita diviene il simbolo della vittoria dei modenesi.
Visita a cura di Agnese Galli per AR/S Archeosistemi Soc. coop.

– sabato 26 marzo – ritrovo ore 17.30 presso la Torre
“La Ghirlandeina pr’i cavroun, for dummies…”
Cors per principiant ed la lengua esteinsa. Insèm a snasuplèr in séma a la tora e la tera ed Zemian.
La visita sarà un singolare e curioso “corso per principianti di lingua estense” durante un’interessante visita alla Torre.
Visita a cura di Milena Bizzarri per AR/S Archeosistemi Soc. coop.

– sabato 30 aprile – ritrovo ore 17.30 presso la Torre
“La torre e la sua architettura”
Un viaggio nel Medioevo in Ghirlandina, alla scoperta dei marmi, delle pietre e dei capitelli dei grandi scultori e architetti: Lanfranco, Wiligelmo e i Campionesi.
La visita, gradino dopo gradino, sarà un piacevole momento di approfondimento sull’architettura della Torre.
Visita a cura di Eleonora Fantini per AR/S Archeosistemi Soc. coop.

 

Come partecipare
Prenotazione obbligatoria fino ad un massimo di 25 pax, contattando il numero tel. 0522.532094 oppure mail servizi@archeosistemi.it
La visita è gratuita, previo però pagamento del biglietto di ingresso alla Torre della Ghirlandina, che è di euro 3 per l’accesso alla Torre oppure di euro 6, biglietto unico valido per tutto il sito Unesco.

 

 

Giornata europea della cultura ebraica

Domenica 20 settembre 2015, dalle ore 15.30 – a Cento

Quest’anno il “file rouge” degli appuntamenti nelle tante località che aderiscono alla Giornata Europea della Cultura Ebraica, fra le quali Cento con il suo Ghetto e l’antico Cimitero, sarà il tema “Ponti & AttraversaMenti”. Leggi il programma

locandina

“Sono passati sedici anni dalla prima Giornata Europea della Cultura Ebraica: da allora, centinaia di migliaia di persone hanno avuto l’opportunità di conoscere alcuni aspetti della cultura e della tradizione ebraica, e di scoprire per la prima volta sinagoghe, musei, quartieri ebraici, antiche “giudecche” e tanti altri siti e percorsi.

Molto stimolante è il tema “Ponti & AttraversaMenti“, scelto quest’anno quale “fil rouge” degli appuntamenti nelle tante località che aderiscono alla Giornata fra le quali anche Cento, con il suo Ghetto e l’antico Cimitero.
Sarà l’occasione per parlare, grazie a Tiziana Galuppi, cultrice della materia, di confronto tra identità, anche all’interno dell’ebraismo stesso, così eterogeneo e ricco di diversità, per scoprire, un assaggio di una cultura antica e aperta al mondo, orgogliosa della propria identità e desiderosa di farsi conoscere. Particolarmente interessanti le tematiche proposte dalla relatrice Ponti di ieri e di oggi. Una donna straordinaria: Donna Gracia Mendez artefice di relazioni e collegamenti come vie di fuga e, in omaggio a Expo’ 2015, Dal deserto fioriscono giardini. L’esperienza d’Israele offerta ai paesi poveri d’acqua.

Gettare ponti, favorire momenti di incontro e confronto, in un periodo storico difficile e complesso come questo, è estremamente importante. Per contrastare, quantomeno idealmente, coloro che della persecuzione della diversità fanno una bandiera e una distorta “missione”, scagliandosi contro libertà e diritti e macchiandosi di terribili violenze.

La cultura è lo strumento principale, forse l’unico che abbiamo, per difendere valori, per raccontare ciò in cui crediamo e per ragionare insieme sulle problematiche di questi tempi complessi.
A seguire alle ore 18, dopo la visita guidata al Ghetto e all’incontro con Tiziana Galuppi, il concerto del gruppo Progetto Davka, incentrato sulla diffusione della musica e cultura Ebraica.
Il Progetto Davka, nasce nel 2004, dall’ amore di Maurizio Di Veroli e Uri Baranes per Israele, la sua cultura e la sua musica.
Lo spettacolo proposto “La cantica del mare” con percussioni, basso, pianoforte, clarinetto e voce è un affascinante viaggio musicale alla scoperta delle melodie ebraiche diffuse lungo le coste mediterranee e performance del Gruppo Danzainsieme di Ferrara.”

Assessorato alla Cultura del Comune di Cento
Comunità Ebraica di Ferrara