Open day

Doppio appuntamento:

La mattina alla Casa della salute

al pomeriggio

Sabato 11 gennaio (dalle ore 15 alle 17) è previsto l’open day delle scuole superiori

“Carducci” di Bondeno: alunni e insegnanti del liceo scientifico e dell’Istituto professionale statale per i servizi commerciali saranno disponibili per presentare le offerte formative, in via Manzoni 2.

Il modello Bondeno

. «Bondeno è un modello di forza, di orgoglio, di coraggio, di ripartenza, di ricostruzione e di buona amministrazione – ha detto ieri a Bondeno Matteo Salvini –. Quindi, mi piacerebbe che il modello di buona amministrazione passasse direttamente in Regione. E’ passato in Comune  a Ferrara, ed il 26 gennaio può arrivare anche in Regione e le cose cambieranno da così a così».

Il cenno che fa Salvini con la mano è inequivocabile. Soprattutto, perché attorno al “Capitano” c’erano il sindaco di Bondeno, Fabio Bergamini, candidato alle elezioni regionali, e l’attuale primo cittadino di Ferrara, Alan Fabbri, che proprio da Bondeno ha cominciato la sua avventura politica. Fabio Bergamini è l’uomo che secondo il segretario federale del Carroccio può contribuire a portare il nuovo “verbo” in Regione. Salvini ha visitato ieri, durante la festa della Befana a Bondeno, l’Agri-Market aperto proprio sotto il municipio, prendendo confidenza con i marchi “Deco” con cui il Comune ha certificato i suoi prodotti a chilometro zero, che creano indotto e garantiscono la qualità ai consumatori.

Poi, il consueto bagno di folla e selfie. Con Matteo Salvini, c’era anche il segretario della Lega Emilia, Gianluca Vinci: «Come Lega, abbiamo puntato da diversi mesi sulle figure dei sindaci, perché rappresentano i territori e sanno quali sono le esigenze dei cittadini. Quella di Fabio Bergamini, assieme ad altre candidature che abbiamo sostenuto in tutta l’Emilia-Romagna – spiega Vinci – rappresenta la volontà di portare in Regione un’esperienza di buona amministrazione del territorio che, a questo punto, dovrà arrivare anche a Bologna: la Regione ha molti poteri, un bilancio importante che supera i 12 miliardi di euro, ma il cittadino non lo sa, perché la Regione non conosce il cittadino. In questo modo, noi cerchiamo di fare funzionare la macchina amministrativa, come già funziona in Veneto e in Lombardia».

Ufficio stampa Fabio Bergamini (Lega)

Problemi

Neanche il tempo di inaugurarlo e già cominciano i problemi. Infatti è questo ciò che si vede sul nuovo ponte sul canale Burana a Bondeno, costato oltre 4 milioni di euro e il cui taglio del nastro è previsto per sabato:

L’asfalto che si trova all’ingresso del ponte si è infatti aperto in una voragine. Quanto è accaduto ha fatto preoccupare, e non poco, tanti bondenesi. Il ponte rischia di crollare?  I lavori sono stati fatti a regola d’arte? Il ponte è sicuro?, si sono chiesti in tanti.

La risposta è arrivata a mezzo stampa dal Comune, che spiega come la crepa non sia sul ponte. Anzi, non è nemmeno una crepa. E’ una cosa che riguarda la nuova ciclabile e che si sistema senza problemi, ha detto l’assessore Marco Vincenzi. Basterà che gli operai grattino via via l’asfalto messo sulla terra senza fondo e quel buco lungo oltre tre metri verrà sistemato.

Rimane però, che il cedimento del terreno c’è stato, sul terreno cui poggia il ponte e su cui sia lavorato. Sopra c’è la ciclabile, che non aprirà sabato come il ponte.

Fai clic qui per vedere lo slideshow. 

The post Cedimento sul nuovo ponte sul canale Burana a Bondeno appeared first on SulPanaro | News.

Concessioni autostradali

La Provincia di Modena incasserà dalla società Autobrennero oltre due milioni e 700 mila euro dalla distribuzione di una quota della riserva straordinaria, approvata nei giorni scorsi dall’assemblea dei soci, su proposta del Consiglio d’amministrazione.

«Si tratta di risorse – sottolinea Gian Domenico Tomei, presidente della Provincia di Modena – che si aggiungono al milione e 400 mila euro già incassati quest’anno dai dividendi della società. Questi fondi andranno a finanziare il nostro piano investimenti, in particolare sulla rete viaria provinciale, dove già dal prossimo anno sono previste risorse per oltre 27 milioni di euro provenienti dal bilancio 2020 della Provincia presentato di recente»

La distribuzione della riserva di Autobrennero è pari a 42 euro per azione con la Provincia di Modena che detiene una quota del 4,24 per cento pari a 65.068 azioni, «una partecipazione strategica – commenta Tomei, visto che la società partecipa a progetti infrastrutturali fondamentali per il territorio e l’economia modenesi come la bretella Campogalliano-Sassuolo e la Cispadana».

Il valore complessivo della distribuzione ai soci di parte della riserva supera i 64 milioni di euro complessivi.

«Nei prossimi mesi – commenta Tomei – ci auguriamo che si concluda positivamente la vicenda dell’accordo per la gestione pubblica dell’Autostrada del Brennero che prevede, tra l’altro, le risorse necessarie per gli investimenti, compresi 100 milioni di euro per la Cispadana, le opere di miglioramento dell’asse autostradale come la terza corsia nel tratto Campogalliano-Verona e le risorse, pari a 800 milioni di euro, per la viabilità di accesso nei territori attraversati dall’autostrada, di cui 60 milioni per la viabilità provinciale modenese».

 

The post La Provincia di Modena incasserà dalla società Autobrennero oltre due milioni e 700 mila euro appeared first on SulPanaro | News.

Prima di Greta

“Dopo le catastrofi il denaro non ha più valore. Il valore fondamentale di una certa cosa dovrebbe essere la sua natura o la sua qualità di anima.

Dovremmo domandarci: «Questa cosa è buona? E’ una cosa che ci aiuta? E’ una cosa bella?» e non: «Quanto costa?».

26 aprile 2017

Così afferma Hillman, ed è in questo spirito che abbiamo programmato a Bondeno (uno dei 103 comuni colpiti dal terremoto del 20 e 29 maggio), dove risiede la nostra associazione, la manifestazione “Ricominciamo dal futuro”, dal 22 al 30 settembre 2012, presso la Società operaia di Mutuo Soccorso, in Viale Repubblica 26.

Infatti tutti gli intervenuti partecipano a titolo gratuito, non riceviamo alcun contributo, non abbiamo sponsor, non raccoglieremo fondi e l’ingresso è libero.

Riteniamo che queste caratteristiche ne facciano una manifestazione di solidarietà unica, che speriamo verrà apprezzata dalla popolazione e da coloro che vorranno intervenire.


Avremmo voluto ripetere la manifestazione (non il terremoto, che comunque non ci dimentica) anche per il 2013, ma lo scarso interesse della cittadinanza e quello nullo delle istituzioni locali, ci ha dissuasi.

Rimangono i materiali prodotti ai seguenti link:

http://ambientefuturo.info

http://issuu.com/afenice/docs/brochureaf1

twitter: https://twitter.com/ bondenocom

Altri link utili , li potete trovare e scaricare qui