Evento musicale

Annunci

Jazz a Pieve di Cento

Rassegna Reno Road Jazz 2016
Lara Luppi Swinging Quartet
Quando 04/08/2016
dalle 21:30 alle 23:00
Dove Piazza A. Costa
Persona di riferimento Unione Reno Galliera – Manifestazioni culturali
Recapito telefonico per contatti 051 8904824
Aggiungi l’evento al calendario vCal
iCal

Venti appuntamenti tutti dedicati al Jazz con i migliori artisti sotto la direzione artistica di Sandro Comini e la consulenza artistica di Enrico Malucelli: questo è Reno Road Jazz 2016 che giovedì 4 agosto alle 21.30 fa tappa a Pieve di Cento, in Piazza A. Costa, con il concerto di

Lara Luppi Swinging 4et
Un viaggio negli standard dello swing

Cantante nata a Modena, conosciuta e stimata come interprete carismatica ma anche sensibile ed originale, ha inciso otto cd a suo nome con musicisti americani e italiani nell’ambito del jazz, dello swing e del gospel. Ha prestato la sua voce e la sua personalità a progetti musicali diversi: dal jazz classico (nel 1997, a conclusione di una session con i jazzisti americani Bobby Durham, Walter Booker e Charles Bowen e con il pianista Massimo Faraò incide il primo CD From noon to four e nel 2010 torna in studio con il trio
di Massimo Faraò, ospite speciale Angelo Adamo all’armonica, per incidere “I sing Love”) al jazz più contaminato (con il quartetto Linea di Confine), al blues ( “Keep cool” con Bruno Marini Organ trio) , fino al travolgente omaggio alla musica swing e jive degli anni ‘40 e ‘50 che ha portato Lara a diventare nel 2000 la voce della swing and jive band Jumpin’Shoes, a collaborare con la dixieland band di Lino Patruno e ad essere la voce della Blue Midnight Orchestra. Ultimo nato in ordine di tempo il Combo anni ‘40 Laralù & The Vintage Kings. Altra fondamentale esperienza è la partecipazione al coro gospel fondato dal Reverendo americano Lee Brown che con la formazione denominata Rev.Lee Brown and The Freedom Family Choir, ha inciso quattro cd e partecipa regolarmente a concerti e seminari in Italia e all’estero. Del 2012 sono i progetti “Heart of Silver” dedicato al vasto mondo musicale di Horace Silver, e il quartetto con il pianista milanese Paolo Alderighi. Ha collaborato con molti musicisti americani, con jazzisti italiani di alto livello, è stata ospite di trasmissioni televisive sulle reti nazionali, si è esibita con i suoi gruppi o come special guest in locali, rassegne e festival in tutt’Italia e all’estero.

Gemellaggio

Lui lo chiama twinship, noi lo chiamiamo gemellaggio. È quello che verrà suggellato sabato 4 giugno al Panama tra l’unconventional restaurant & beach di Porto Garibaldi e lo Smalls Jazz Club di New York. Ad inaugurare la vicinanza con la Grande Mela ci sarà proprio lui: il gestore e co-proprietario del rinomato club newyorkese, Spike Wilner.

Testimone di questo nuovo sodalizio, che incoronerà lo stabilimento balneare di Davide Frisoli come nuova ‘casa del jazz’, sarà il Gruppo dei 10 per il primo appuntamento di “Tutte le Direzioni in Summertime 2016”, la nuova rassegna estiva che proporrà ben 29 concerti in 5 locali tra Comacchio e Ferrara.

La ricca stagione, giunta alla sesta edizione e finanziata interamente da privati, non poteva che cominciare dalla sua ‘culla’ naturale, il Panama Beach, che si è guadagnato i galloni sul campo per poter essere incoronato come nuova casa del jazz da un pianista di inestimabile valore come Spike Wilner che nel 2007 ha rilevato lo Smalls, trasformando il piccolo scantinato ­ al 183 West 10th Street del Greenwich Village ­ in un luogo noto a livello internazionale.

Dal club newyorkese passano le star del jazz di tutto il mondo. E la sua stella più grande brillerà proprio sulla costa comacchiese. Il pianista di Manhattan si esibirà alla guida di un trio con il contrabbassista Tyler Mitchell e il batterista Anthony Pinciotti. Musicisti di lunga data della comunità jazz di New York, perfettamente rappresentativi e inseriti nell’estetica modern mainstream dello Smalls.

Il trio, consolidatosi in lunghi anni di amicizia e musica, si esibisce regolarmente allo Smalls ma ha raccolto visibilità e fama anche in Europa con diversi tour in Francia e in Italia. Tra i tre musicisti l’interplay è papabile, hanno un approccio molto personale che permette loro di dare libero sfogo all’improvvisazione, pur attingendo alla migliore tradizione jazzistica americana.

Sabato in riva al mare si respirerà la vera e propria atmosfera newyorkese per una liaison da non perdere. Cena alle 20.30 e a seguire concerto. Per informazioni e prenotazioni contattare i numeri 0533 326226 e 335 7002223 o scrivere a ilgruppodei10@gmail.com.

Alberto Pizzo a Porto Garibaldi

Il sole è pronto a splendere sul terzo appuntamento  di “Tutte le Direzioni in Summertime”, la ricca rassegna organizzata dal Gruppo dei 10 che festeggia quest’anno la quarta edizione. Ad inaugurare il solstizio d’estate, venerdì 20 giugno, sarà la star emergente Alberto Pizzo.

 

Il suo funambolismo pianistico, ispirato dalle chiare influenze mediterranee, saturerà l’accogliente atmosfera del Panama Beach di Porto Garibaldi, l‘unconventional restaurant & beach’, sito in viale dei Mille 30, che anche quest’anno ospiterà undici dei quattordici appuntamenti in programma, offrendo una gamma estremamente varia di proposte.

 

Protagonista della serata di questo venerdì sarà il solo concert di Alberto Pizzo. Nato a Napoli  nel 1980, inizia a studiare pianoforte da giovanissimo e nel 2004 si diploma al conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli. Grazie al suo grande virtuosismo, partecipa a vari concorsi pianistici nazionali ed internazionali, prima di trasferirsi nel 2011 a New York. Il giovane talentuoso si fa rapidamente notare nella Grande Mela, arrivando ad esibirsi nei migliori locali del Greenwich Village, dove viene notato dall’attore Michael Douglas che lo invita a suonare per lui in diverse serate di gala. Nel suo breve ma intenso soggiorno americano, Alberto Pizzo si esibisce con numerosi artisti affermati, tra cui anche il sassofonista Daniel Carter.

 

All’inizio del 2012 Alberto Pizzo realizza per la Cinevox Record, con il produttore discografico Franco Bixio e con Renato Marengo, il suo primo cd “Funambulist”. Sempre nel 2012 è supporter in apertura di alcune date del tour acustico di Ron. A novembre dello stesso anno, nell’ambito del Cabarete Jazz Festival, a Santo Domingo, conosce il chitarrista e produttore Fabrizio Sotti che, colpito dalla capacità e dal livello artistico di Alberto, decide di essere il produttore artistico del suo secondo album “On The Way” (uscito negli Usa il 4 marzo e in Italia il 31 marzo), oltre ad intervenire come chitarrista in alcune tracce.

 

Distribuito da Egea Music, l’album di recentissima uscita contiene 14 brani dalle radici classiche con sonorità mediterranee ed ampie sfumature fusion e latin-Jazz. In questo disco il musicista napoletano di 33 anni, oltre a proporre molte tracce dedicate ai film, racconta le esperienze che hanno timbrato la sua vita. E lo fa con la partecipazione di star della musica internazionale: oltre alla collaborazione con Fabrizio Sotti, infatti, il cd vede la partecipazione di Mino Cinelu, Toquinho, Renzo Arbore e David Knopfler.

 

Carica di vitalità, tecnica pianistica, originalità degli arrangiamenti saranno i tre ingredienti di successo per una serata che si preannuncia spettacolare. Cena alle 20.30 e a seguire concerto. Per informazioni e prenotazioni contattare i numeri 0533 326226 e 335 7002223, visitare la pagina Facebook https://www.facebook.com/ilgruppodei10?fref=ts o scrivere a ilgruppodei10@gmail.com.

Jazz a Porto Garibaldi

Il jazz è pronto a infiammare il litorale con il primo appuntamento della quarta edizione di “Tutte le Direzioni in Summertime” che occuperà con le sue proposte musicali e non solo l’intero arco della stagione. La ricca rassegna organizzata dal Gruppo dei 10 – che proporrà quattordici serate di musica e spettacolo che spazieranno, come indica il titolo ormai collaudato della manifestazione, fra diversi generi musicali per offrire una gamma estremamente varia di proposte – prenderà il via venerdì 6 giugno al Panama Beach di Porto Garibaldi. Dopo il successo riscontrato nelle scorse edizioni, infatti, sarà ancora l’accogliente atmosfera dello stabilimento di ‘unconventional beach’ di Davide Frisoli, in viale dei Mille 30, ad avvolgere gli imperdibili appuntamenti.

 

Il primo gruppo a ‘salpare l’ancora’ della rassegna sarà l’inedito ensemble composto da cinque magnifici musicisti quali Marco Tamburini alla tromba, Gaspare Pasini al sax contralto, Mario Rusca al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso ed Ellade Bandini alla batteria raggruppati sotto il nome di “Jazz by the sea”. La ragione del nome non risiede solo nelle caratteristiche del Panama, ma soprattutto si è voluto ricordare la partecipazione di quattro di loro (mancava Marco Tamburini) all’indimenticabile esperienza di “Jazz on the sea”: otto barche a vela che, battendo bandiera estense, nel 2002, per una settimana, portarono jazz e canzone d’autore lungo le coste dell’Istria. Sensazioni calde e legami profondi che ritroveremo in questa serata inaugurale e anche in tutte quelle a seguire, in un percorso che ci accompagnerà per tre mesi e che offrirà, come nelle passate edizioni, musica di qualità intensamente variegata.

 

Un concerto di sicuro impatto emotivo impreziosito dalla presenza dell’ospite d’eccezione Mario Rusca. Se infatti è facile incontrare nella scena jazz personaggi del calibro di Tamburini, Pasini, Fioravanti e Bandini (al celebre batterista ferrarese, tra l’altro, è stata dedicata l’intera rassegna estiva dello scorso anno), molto più difficile è avere l’opportunità di sentire dal vivo lo storico pianista e compositore. Rusca, attivo dagli anni 70 nel panorama jazzistico italiano, nonostante le sempre più rade esibizioni rimane uno dei pianisti più amati in Italia per il suo inimitabile contributo alla storia del jazz nel nostro Paese. Un’occasione più unica che rara, quindi, che verrà accompagnata dalle prelibatezze del Panama Beach. Musica di qualità e buon cibo saranno i due ingredienti fondamentali per un connubio di sicuro successo, in grado di animare il litorale ‘in tutte le direzioni’. Il prossimo appuntamento sarà venerdì 13 giugno con il Luca Ghielmetti  Trio.

 

Cena alle 20.30 e a seguire concerto. Per informazioni e prenotazioni contattare i numeri 0533 326226 e 335 7002223, visitare la pagina Facebook https://www.facebook.com/ilgruppodei10?fref=ts o scrivere a ilgruppodei10@gmail.com.

Ares Tavolazzi a Modena

GIULIO STRACCIATI E ARES TAVOLAZZI IN CONCERTO

Giovedì 20 marzo alle 21.30
sala grande di Palazzo Santa Margherita, corso Canalgrande 103, Modena
—————————————————————————————————————————————————————————————————–

Giovedì 20 marzo alle 21.30 presso la sala grande di Palazzo Santa Margherita, in corso Canalgrande 103 a Modena, Giulio Stracciati e Ares Tavolazzi proporranno musica jazz per contrabbasso e chitarra attraverso il gioco dell’improvvisazione, prendendo spunto da brani standard, original e classici dei Beatles.
Ares Tavolazzi, contrabbassista e bassista, figura di primo piano della musica internazionale, cofondatore degli AREA, conta innumerevoli collaborazioni in ogni genere musicale ed è considerato un faro dell’improvvisazione.
Giulio Stracciati, chitarrista, ha inciso 13 cd ed è docente da oltre vent’anni a Siena jazz, si esibisce e tiene concerti in Italia e in Europa.
Il concerto è a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

Rinasce la Roaring

Alfio Leprotti (tromba)

Bruno Fregna (sax alto e clarino)

Giacomo Scanavini (trombone)

Andrea Zardi (pianoforte)

Gianni Pampolini (chitarra e banjo)

Giordano Giordani (basso elettrico)

Corrado Marescotti (batteria)

 

La RoaringTwenties Jazz Band è pronta per far tornare in vita il jazz dei ruggenti anni venti al ristorante Spirito di Vigarano Mainarda in occasione del terzo appuntamento di “Tutte le Direzioni in Springtime”. Venerdì 7 marzo si riunisce infatti l’indimenticabile formazione che, sotto la guida di Giordano Balboni e Gino Neri, accompagnò la nascita e la successiva crescita del Jazz Club Ferrara. Per comprendere quanto sia eccezionale questa reunion, quindi, è inevitabile fare un piacevole tuffo nel passato nel panorama musicale estense degli anni 70.

Dopo due anni dalla nascita del Jazz Club Ferrara (allora Circolo Amici del Jazz) avvenuta nel 1977, Giordano Balboni, indimenticato trombonista e fondatore insieme ad Alessandro Mistri del sodalizio, diede vita a quello che per lui era un elemento fondamentale di esistenza del club: una jazz band. Da sempre dell’idea che il jazz, più che oggetto di rappresentazione, dovesse essere soprattutto suonato dagli appassionati che formavano l’associazione, riuscì in poco tempo a creare la Roaring Twenties Jazz Band.

 

Nel tempo i componenti originari del gruppo mutarono forzatamente per la prematura scomparsa di alcuni elementi portanti, come Franco Esposito, ma la Roaring continuò brillantemente la sua attività,cogliendo meritatissimi successi fino alla scomparsa di Giordano Balboni nel 1993, un lutto che portò inevitabilmente allo scioglimento della band. È facile intuire l’emozione nello scoprire che negli ultimi anni i musicisti della vecchia formazione, insieme ad altri artisti che si sono aggiunti, hanno fatto rinascere dalle ceneri la Roaring Twenties Jazz Band.

 

La band ferrarese troverà così un nuovo battesimo di pubblico,presentando numerose novità. Innanzitutto l’attuale formazione è ancora più nutrita della schiera precedente perché  accanto agli storici Alfio Leprotti (tromba), Bruno Fregna (sax soprano, sax tenore e clarino), Andrea Zardi (pianoforte),Corrado Marescotti(batteria), Giacomo Scanavini (trombone) e Giordano Giordani (basso elettrico), troviamo oggi anche Gianni Pampolini (chitarra e banjo).

Il secondo elemento di novità riguarda il repertorio: la band, per rimanere fedele al nome che porta, proponeva rigorosamente la musica degli anni 20. La nuova formazione, invece, eseguirà un repertorio più ampio, dagli anni ruggenti agli anni 40, per far conoscere al pubblico uno dei periodi più prolifici del panorama jazzistico, includendo standard evergreen, fino a brani di Duke Ellington e di altri famosi band leader.

 

La serata, però, non sarà dedicata solo alla musica ma si intreccerà anche con le immagini e le parole grazie alla presenza del critico genovese e firma illustre di Musica Jazz Giorgio Lombardi. Durante la cena verrà proiettato il suo video dedicato a Louis Armstrong e realizzato per il Museo del Jazz di Genova,mentre dopo cena presenterà, preceduto dalla proiezione di un breve filmato che ne racchiude tutte le tematiche, il suo libro “Hot Jazz. Da JellyRollMorton a Wynton Marsalis”. La presentazione del volume, considerato la più ampia retrospettiva sul jazz tradizionale che sia stata pubblicata in Italia, permetterà di immergersi fino in fondo nella musica e nella storia di quel jazz che Ferrara ha sempre dimostrato di apprezzare e di amare.

 

Cena alle ore 20.30 e a seguire presentazione del libro e concerto.
Menù Venerdì 7 Marzo
ACCOGLIENZA
Cocktail Mojito Martini (Martini Rosato, Menta, Zucchero di Canna, Acqua Tonica, Lime) e Angolo Rustico in abbinato.
PRIMO PIATTO
Cappellacci di Zucca tirati a mano al burro fuso provola affumicata e scaglie di mandorle
SECONDO PIATTO
Maialino da Latte al forno con erbe aromatiche e cognac deglassato ai mirtilli neri
DESSERT
Tortino di cioccolato dal cuore morbido con crema tiepida all’inglese
Il Menù e proposto a 30€ a persona esclusi i vini, coperto, acqua, caffè e concerto rimangono inclusi nel prezzo.

 

Per info e prenotazioni 3394365837.

Jazz club Ferrara

  • Venerdì 28 febbraio Somethin’Else: Quando o Carneval Chegar
    Le pietanze della tradizione baiana arricchite dalla presenza di due interpreti d’eccellenza della musica popular brasileira
    Sabato 1 marzo in collaborazione con Crossroads: Roberto Gatto Quartet
    Lunedì 3 marzo Happy Go Lucky Local: Alessandro Lanzoni Trio
  • Ferrara – Torrione San Giovanni – Via Rampari di Belfiore, 167
  • Orari: 21.30 – Secondo set: ore 23.00
  • Ingresso: Interi da 10 a 20 euro; Ridotti da 5 a 15 euro.Il Jazz Club Ferrara è affiliato all’Endas, per poter fruire della programmazione è necessario essere in possesso della tessera. E’ possibile associarsi anche all’interno del Torrione.

Contatti

Jazz Club Ferrara – Torrione San Giovanni – Via Rampari di Belfiore 167

tel. 339 7886261 –