Missione interforze a Bondeno

BONDENO (FERRARA), 27-01-2012. “Prosegue con risultati estremamente positivi la nostra collaborazione con Prefettura e Polizia di Stato, in particolare i Reparti di Prevenzione crimine, con l’intento di controllare e prevenire i reati sul territorio. Una collaborazione che sta dando ottimi frutti e che speriamo di poter consolidare in futuro.” Il sindaco di Bondeno, Alan Fabbri, esprime con queste parole la propria soddisfazione, ed ha mantenuto il suo impegno, preso anche di recente
pubblicamente, di fare sentire vicine le istituzioni alla gente. Implementando una collaborazione tra la Polizia municipale e le altre polizie, allo scopo di socializzare conoscenze e svolgere servizi congiunti che hanno il compito, ciascuno con le proprie specificità, di mantenere alto il livello di
guardia. In particolare, mercoledì sera, sono stati compiuti sopralluoghi nel capoluogo matildeo e
nelle frazioni di Pilastri, Scortichino e Salvatonica. “Per quanto ci riguarda, ci siamo concentrati sui controlli di carattere amministrativo dei pubblici esercizi – spiega il comandante del Corpo Unico di Polizia municipale, Stefano Ansaloni – mentre la Polizia di Stato ha svolto controlli identificativi su
numerose persone: circa 50, tra le 19 e le 24, rilevando alcune situazioni da ‘attenzionare’.” I controlli nella frazione di Salvatonica, recentemente colpita da alcuni furti in abitazione, si sono protratti anche dopo la mezzanotte, ed hanno interessato sia la strada provinciale che la sommità arginale.

In tutto, sono state impiegate quattro auto della Polizia di Stato e due pattuglie del Corpo Unico di Pm. Un’esperienza che certamente proseguirà con altre missioni interforze nel breve periodo.
Ufficio del sindaco

Foto al Torrione

Ferrara – dal 23 gennaio al 10 marzo 2012
Giorgio Cattani – Di là da dove

Alabama, 2011, tecnica mista su tela, cm 80 X 120
 [Vedi la foto originale]
TORRIONE ART GALLERY – JAZZ CLUB FERRARA
vai alla scheda di questa sede
Exibart.alert – tieni d’occhio questa sede
Rampari Di Belfiore 167 (44121)
+39 3396116217
solejazzclubferrara@gmail.com
www.jazzclubferrara.com
individua sulla mappa Exisat
individua sullo stradario MapQuest
Stampa questa scheda
Eventi in corso nei dintorni

Di là da dove trae spunto dalle radici del Jazz. Immagini di cartoline, foto di cronaca e documenti rivisitati da quella che è stata definita la “poetica del frammento” di Giorgio Cattani, conducono a un viaggio nel tempo e nello spazio con il sapore di una favola sempre presente.

orario: Nelle serate di programmazione e su appuntamento
(possono variare, verificare sempre via telefono)

David Bidussa

«Noi non crediamo alla più ovvia e facile deduzione: che l’uomo sia fondamentalmente brutale, egoista e stolto come si comporta quando ogni sovrastruttura civile sia tolta […] Ci pare invece degno di attenzione questo fatto: viene in luce che esistono fra gli uomini due categorie particolarmente ben distinte: i salvati e i sommersi. Altre coppie (i buoni e i cattivi, i savi e gli stolti, i vili e i coraggiosi, i disgraziati e i fortunati) sono assai meno nette, sembrano meno congenite, e soprattutto ammettono gradazioni intermedie più numerose e complesse».
P. Levi, Se questo è un uomo

Dopo il partecipato incontro con Gabriele Nissim su Il bene della memoria prosegue la rassegna sulla Shoà: Fare memoria. Che cosa è stato? organizzata e promossa dall’Associazione culturale Filosofi lungo l’Oglio.

Lunedì 23 gennaio, alle ore 20.45, presso la Chiesa S. Chiara, sita in Piazza S. Chiara a Villachiara (Bs), è atteso l’intervento dello storico sociale delle idee, David Bidussa su L’era della postmemoria. Lo studioso, si soffermerà sul vero significato che nella nostra contemporaneità è chiamato ad assumere il giorno della memoria. Significato che, secondo il noto saggista, deve far leva non soltanto sul recupero dell’oblio di ciò che è stato come se si stesse assolvendo al compito di “saperne di più”, ma sul disagio che non può non provocare la memoria dopo l’ultimo testimone, per citare il titolo di un fortunato saggio dell’autore.«La crescente attenzione – ha dichiarato il direttore scientifico, Francesca Nodari – che si sta registrando attorno alla prima edizione di questo ciclo, ci fa toccare con mano quanto sia urgente il bisogno di entrare in contatto con i relatori e le loro tesi, di scavare sull’unicità di questo contro-evento che si chiama Shoà e insieme di aprire gli occhi per fare i conti fino in fondo con il passato e, più in generale, con la storia. Un dovere che diventa esigenza per riflettere nel presente su ciò che è stato.

Forte di queste convinzioni, la nostra Associazione, di concerto con l’Editore Eugenio Massetti, ha deciso di dare vita ad una terza Collana: “Fare memoria” , che raccoglierà, in singoli instant-book, come è già avvenuto per la Collana “Granelli”, alcuni testi scelti dei nostri relatori. Lunedì, pertanto, sarà già disponibile – in tempo reale e alla presenza dell’autore – il primo numero di questa nuova Collana».

Giornalista, scrittore, saggista, David Bidussa è uno dei più autorevoli storici sociali delle idee. Lecturer presso la Hebrew University di Gerusalemme tra il 1982 e il 1984, lavora presso la Biblioteca della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli di Milano. Ha curato e prefato opere di Leon Trockij, Martin Buber, Furio Jesi, Pietro Verri, Enzo Sereni, George Steiner, Carlo Levi, Primo Levi, Leon Pinsker, Angelo Tasca, Goffredo Mameli, Yosef Hayim Yerushalmi, Antonio Gramsci, Leo Valiani, Giulio Bollati. Ha scritto saggi sull’ebraismo, sul sionismo, sul movimento socialista francese e sulla Repubblica di Vichy. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Ebrei moderni. Identità e stereotipi culturali, Bollati Boringhieri, Torino 1989; Oltre il Ghetto (con Amos Luzzatto e Gadi Luzzatto Voghera), Morcelliana, Brescia 1992; Il sionismo politico, Unicopli, Milano 1993; Il mito del bravo italiano, il Saggiatore, Milano 1994; La France de Vichy (con Denis Peschanski), Feltrinelli, Milano 1997; Il libro e la spada. La sfida dei fondamentalismi (con Stefano Allievi e Paolo Naso), Claudiana, Torino 2000; La mentalità totalitaria, Morcelliana, Brescia 2002; Il Profeta, Emi, Bologna 2006; I have a dream, BUR, Milano 2006; Siamo italiani, Chiarelettere, Milano 2007; Le religioni e il mondo moderno. vol. II. Ebraismo, Einaudi, Torino 2008; Dopo l’ultimo testimone, Einaudi, Torino 2009; Leo Valiani, tra politica e storia, Feltrinelli, Milano 2009; L’idea sociale di sviluppo, Ediesse, Roma 2009; “La Forza del numero e l’ideologia italiana dello sviluppo” in AA.VV. Scarti d’umanità a cura di F. Migliorino, Il melangolo, Genova 2010.

associazione_filosofi_3

francesca nodari – direttore scientifico
http://www.filosofilungologlio.it
info@filosofilungologlio.it
segreteria@filosofilungologlio.it
Francesca Nodari 338/6984088

Nuove luci, vecchi angeli

NUOVE LUCI VECCHI ANGELI / SHINING Porta degli Angeli
Via Rampari di Belfiore 1 Orario:
16.00-19.00; sabato e domenica anche 10.30-12.30; sabato apertura serale ore 21.00-22.30- Chiuso lunedì
Ingresso: libero Dall’11 al 29 gennaio Informazioni
Tel. 335 1363928 / 348 3556821
info@portadegliangeli.org

Installazione e mostra di opere luminose di Vincenzo Biavati

-L’installazione luminosa si trova all’esterno ed è illuminata dalle ore 17.00 alle 2.00.


http://www.portadegliangeli.org

Incontri sull'arte dell'India

21 gennaio 2012
Incontri sull’arte dell’india | Galleria Nelumbo (Bologna)
Nelumbo-Asian Fine Arts

Nelumbo propone un primo ciclo di conferenze dedicate all’Arte dell’India al fine di presentare alcune delle produzioni artistiche di rilievo dell’affascinante, e a volte poco noto, sub-continente indiano; grazie a una serie di incontri, che inizialmente toccheranno alcuni temi della pittura, intende mettere in luce la ricchezza dei linguaggi, delle tecniche e degli stili della produzione artistica indiana. Nelumbo mostra così il desiderio di condividere la passione per le arti dell’Asia con chi volesse approfondire la sua conoscenza o avvicinarsi gradualmente all’ intrigante e complessa realtà artistica indiana.

Nelumbo – Asian Fine Arts
Via Arienti, 10
40124 Bologna
Tel. +39 051.4128779 | Cell. 335 433887
da martedì a sabato dalle 11.30 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 17.00
e su appuntamento
welcome@nelumbo.it | http://www.nelumbo.it