Le rocche di Finale in volume

Raccolto in un volume un interessante ricerca a sei mani raccolta nel volume “Le Rocche di Finale in età Estense”, che sarà presentato al pubblico sabato 30 maggio alle ore 16.00 nella Sala del Consiglio in Municipio. L’idea del volume è venuta a Massimiliano Righini, uno degli autori, nell’ambito delle celebrazioni del Millennio, che vede nel Castello delle Rocche il simbolo stesso di Finale Emilia.
Realizzato in collaborazione con il Gruppo Studi Bassa Modenese, con la collaborazione diretta di Mauro Calzolari, dell’Università di Ferrara e autore di “L’abitato e le rocche di Finale dal XIV al XVI secolo: il contributo delle fonti scritte”; e di Gian Luca Tusini, dell’Università di Bologna, che ha condotto la sua ricerca sulle “Testimonianza d’arte e di vita quotidiana nelle rocche di Finale”.
Massimiliano Righini, vicepresidente del CERS (Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche), ha trattato invece un tema del quale è diventato un riconosciuto esperto in campo nazionale: “Le Rocche e le fortificazioni del Finale dal XIV al XVI secolo: aspetti militari”.
Alla presentazione ci sarà il saluto del sindaco Raimondo Soragni e dell’assessore alla cultura Fernando Ferioli. Marco Poletti, presidente del Gruppo Studi Bassa Modenese, interviene sul contributo che gli studiosi di storia locale hanno dato alla realizzazione di questo progetto.
Il libro si avvale della prestigioso intervento di Aldo Sitta, dell’Università di Pavia e autore della presentazione, uno dei massimi esperti di fortificazioni altomedioevali.
La ricerca è stata effettuata negli archivi di Modena, Ferrara e Bologna, oltre all’archivio storico di Finale Emilia.
Novità importanti vengono presentate in questa pubblicazione, di ben 280 pagine, sugli apparati protettivi e sulle strutture difensive della città.
Info: Ufficio Cultura 0535.788179, cultura@comunefinale.net; Massimiliano Righini: 339.4821533, massimilianorighini@tiscali.it.

Spazi verdi

L’Istituto Superiore di Bondeno, oltre al grande giardino esterno, ne ha uno piccolo interno, ben visibile dai corridoi che si snodano all’interno della scuola.
Grazie agli alunni che hanno partecipato al Progetto Creatività è diventato un vero “Giardino dei sogni”. Trasformare quel luogo triste e grigio è stata un’esperienza motivante, rilassante ed entusiasmante!

Prima…

Continua a leggere “Spazi verdi”

Serata futurista a Finale Emilia

Il Futurismo ebbe tra i suoi più importanti esponenti anche il finalese Piero Gigli, alias Jamar 14, pseudonimo con cui era solito firmare le proprie opere e che era originato dall’acronimo del nome della madre (Maria), abbinato alla data della nascita (14 maggio 1897), ma anche – come ricorda nei suoi appunti – della rinascita: era il 14 maggio 1917, quando seppe che si sarebbe salvato dalle ferite riportate in un assalto a trincee nemiche, durante la Prima Guerra Mondiale.

E’ proprio per ricordare il poeta concittadino, che il circolo CARC propone per sabato 23 maggio, alle ore 17.00, presso i Giardini dell’ex Scuola Materna di via Oberdan, una Serata Futurista.

Continua a leggere “Serata futurista a Finale Emilia”

Numerologia taoista

In preparazione della Settimana della Scienza 2009, che avrà come tema l’astronomia e l’astrologia, nel cui ambito sarà organizzato anche un seminario sulla Numerologia Cinese
quale strumento utile nei rapporti interpersonali e nella conoscenza di sé e dell’altro

La S.V. è gentilmente invitata alla conferenza di

Continua a leggere “Numerologia taoista”